Proloterapia dott. Giampiero Salvati

PROLOTERAPIA

LA CURA NATURALE CONTRO IL

DOLORE CRONICO

Cos’è la Proloterapia?

La Proloterapia è una tecnica naturale in grado di stimolare i processi di autoguarigione di tendini, legamenti ed articolazioni danneggiate da un trauma o da un uso eccessivo.

Proloterapia: come funziona

La proloterapia (o terapia proliferativa) è una terapia rigenerativa basata sulla infiltrazione di una sostanza naturale, il glucosio, a concentrazioni differenti tra il 5% ed il 25%, allo scopo di stimolare tessuti del corpo interessati da dolore cronico o parzialmente lesionati, prevalentemente tendini, legamenti, fasce e cartilagini articolari.

All’interno di questi tessuti viene riattivata una serie di reazioni note come “cascatainfiammatoria”, attraverso la quale il nostro corpo porta alla auto-guarigione delle lesioni. Questo trattamento, che si esegue con cadenza trisettimanale o mensile, stimola il richiamo di fattori di crescita autologhi che completano processi di guarigione incompleta, responsabili del dolore cronico in ambito muscolo-scheletrico.

Proloterapia: cura naturale
Proloterapia: autoguarigione

Proloterapia: quando utilizzarla

La proloterapia viene utilizzata negli Stati Uniti da oltre 60 anni.
Le sue applicazioni sonoestremamente numerose:

  • tendinopatie (forme acute e croniche);
  • forme iniziali di artrosi; instabilità legamentosa;
  • traumi muscolari, tendinei e legamentosi;
  • cervicalgia;
  • lombalgia;
  • metatarsalgia;
  • neuroma di Morton ed altre ancora.

I bersagli della proloterapia possono essere infatti tutte le strutture che hanno subito dei danni, a volte piccoli e non evidenziabili con le comuni metodiche di indagine, e che vanno sospettati basandosi su una accurata anamnesi ed un attento approccio clinico.

Esempi tipici sono cervicalgia e lombalgia, situazioni molto comuni nella popolazione generale. In molti casi le patologie che causano questi sintomi non hanno una origine chiara, con diagnosi incerte anche utilizzando radiografie, TAC, RMN o scintigrafia. Nella maggior parte di questi casi il dolore è determinato da posture scorrette, lesioni misconosciute o distensioni eccessive (anche senza lesione) dei numerosi legamenti presenti a livello della colonna vertebrale, che portano facilmente a cronicizzazione della infiammazione.

Queste situazioni cliniche rispondono poco a terapie farmacologiche e/o fisiche, peraltro spesso costose e non sempre prive di effetti collaterali. Le patologie dei legamenti hanno un ruolo chiave, non sempre riconosciuto, nei dolori muscolo-scheletrici perché sono strutture fondamentali nella stabilizzazione e nella dinamica articolare.

La proloterapia si presenta quindi come una valida alternativa alla terapia tradizionale nel trattamento del dolore causato da infiammazione. Basandosi sull’uso di sostanze naturali (come il glucosio) o addirittura autologhe (come i fattori di crescita derivati dalle piastrine dello stesso paziente), è praticamente priva di controindicazioni, effetti collaterali o interazioni farmacologiche, e può pertanto essere somministrata a tutti i tipi di pazienti, compresi i diabetici.

I pazienti stessi vanno tuttavia informati circa la possibilità di un lieve e transitorio peggioramento delle condizioni cliniche e del dolore stesso, così come della possibilità di un altrettanto transitorio bruciore che può essere avvertito durante la somministrazione delle sostanze proloterapiche.

La NEUROPROLOTERAPIA o PERINEURAL INJECTION THERAPY

La NEUROPROLOTERAPIA o PERINEURAL INJECTION THERAPY (PIT) tratta invece il dolore “neurogeno”, ossia il dolore generato dalla infiammazione dei nervi sottocutanei, interessati da processi compressivi o infiammatori, che alterando la struttura esterna degli stessi nervi, causano un loro malfunzionamento e generano il dolore tipico, spesso associato a sensazione di bruciore, formicolio o perdita di sensibilità.

Questa terapia utilizza sempre glucosio al 5%, iniettato sottocute, e può essere di aiuto in situazioni come la cefalea, la nevralgia del trigemino, il dolore cronico dell’artrosi, l’epicondilite, il dolore di spalla, il neuroma di Morton, la sindrome del tunnel carpale e molte altre ancora.

perineural injection therapy

Il Medico Risponde

Il Dott. Giampiero Salvati è disponibile per consulti o informazioni via email.

Compili il modulo con la Sua richiesta